• SANI E INFORMATI

ATTENZIONE AI TROPPI CARBOIDRATI: Il glucosio nel sangue attiva 7 meccanismi.....

Nascimben Andrea






Il GLUCOSIO nel sangue, tra le diverse funzioni, attiva i seguenti meccanismi:




1-Innesco dell’insulina (attività anabolica e proliferativa sui tessuti ).


2-A sua volta questo ormone, attiva (grazie all’enzima Delta-5 desaturasi) altri ormoni (eicosanoidi ) pro infiammatori.


3- L’insulina, aumenta l'espressione genica della leptina all'interno dell'adipocita. La Leptina una volta nel flusso ematico, si lega ai recettori delle cellule dell’immunità e attiva la cascata JaK-STAT , responsabile della sintesi di citochine pro-infiammatorie. Ricordiamo che la Leptina è considerato l’ormone della sazietà; riveste un ruolo d’incremento dell’anabolismo dei tessuti e dell’infiammazione in concerto con le altre citochine proinfiammatorie. E’ il tipico ormone dell’ “abbondanza calorica”.


4- Incremento della produzione di Colesterolo, grazie all’attivazione dell’enzima HMG-CoA , a sua volta attivato dall’insulina.


5- Inibizione dell’enzima CYP7 (sintesi degli acidi biliari). Quest'evento corrisponde a più colesterolo libero nel sangue.


6-Inibizione della proteina SOCS3 (sintesi di citochine antiinfiammatorie all’interno delle cellule dell’immunità), questa condizione non permette la sintesi del contr'altare antinfiammatorio, lasciando campo libero ad una progressiva infiammazione dei tessui.


7-Inibizione delle Sirtuine (proteine che potenziano i meccanismi di ossidazione degli acidi grassi) e conseguente diminuzione dell’utilizzo degli acidi grassi come substrato energetico.



Ma perché tutti questi eventi “negativi” se assumiamo carboidrati ( = zuccheri) ?


Innanzitutto, bisogna dire che sono eventi da considerarsi negativi dal momento in cui vengono eccessivamente riproposti. Diversamente, una presenza occasionale e contenuta nel tempo di citochine proinfiammatorie consente al sistema biologico un’efficacie ricambio di cellule e tessuti.


Purtroppo la forzatura attuata dall’adozione, in pianta stabile, di una dieta eccessivamente ricca di carboidrati ( come la mediterranea) , ha innescato eventi non più in forma saltuaria, ma piuttosto in forma cronicamente costante, una modalità, che non rispetta più la nostra fisiologia.