top of page

GLI ANTIDEPRESSIVI: Farmaci di cui si conosce molto poco circa la loro modalità d'azione ( Farmacodinamica) e dagli importanti EFFETTI AVVERSI sottaciuti....

Uno spunto di Riflessione


Gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, noti anche con la sigla abbreviata SSRI. sono una classe di psicofarmaci utilizzati come antidepressivi. Vengono ritenuti in grado di modificare la concentrazione nel cervello della serotonina, attraverso il blocco del reuptake (anche se i meccanismi molecolari sull'uomo sono solo ipotizzati)

Sono sostanze chimico-Farmaceutiche utilizzate per un'ampia varietà di disturbi psichiatrici:

dalla depressione maggiore, ai disturbi d'ansia (attacchi di panico, ansia generalizzata, disturbo ossessivo-compulsivo), ai disturbi dell'alimentazione (bulimia, binge-eating), disturbo post-traumatico da stress

Nati come antidepressivi (dalla DUBBIA EFFICACIA) queste sostanze vengono adoperate anche in altre ampie varietà di patologie dalla Fibromialgia, alla prevenzione dell'emicrania, alla neuropatia diabetica, ai disturbi del sonno...

Insomma autorizzati o in "off-label" ( ovvero somministrati oltre il previsto..) sono sostanze dai più svariati utilizzi

ALLA FACCIA della famigerata medicina selettiva, mirata, molecolare, specifica per ogni singolo evento......

.qua siamo al : VA BENE PER TUTTI E PER TUTTI I GUSTI .... altro che medicina personalizzata...

.

I più noti SSRI sono:

Citalopram (farmaci: Elopram, Seropram),

Fluoxetina (Farmaci: Prozac, Fluoxetil, Fluoxeren, Fluoxetina generica),

Fluvoxamina (Dumirox, Fevarin, Maveral, Fluvoxamina generica)

Paroxetina (Daparox, Sereupin, Seroxat, Paroxetina generica)

Sertralina (Zoloft, Tatig, Serad, Sertralina generica)

Escitalopram (Cipralex, Entact)

.

.

.

Una delle più importanti Revisioni Sistematiche (raccolta dati da numerose banche dati inerenti ad un determinato argomento) del 2017, comprendente 131 studi (per un totale di oltre 27000 pazienti esaminati), sull'uso degli inibitori SSRI, ha dimostrato la loro INEFFICACIA

Vi riporto testualmente, qui di seguito, le conclusioni della Revisione Sistematica sopra citata.

Mi auguro possa essere letta anche dagli addetti ai lavori per

"FRENARE la PENNA delle PRESCRIZIONI..."

.

.

.

" Crediamo che ci siano prove valide per una preoccupazione pubblica riguardo agli effetti degli SSRI. Siamo d'accordo con Andrews et al. che gli antidepressivi sembrano fare più male che bene [ 206]. Abbiamo chiaramente dimostrato che gli SSRI aumentano significativamente i rischi di eventi avversi gravi e diversi non gravi. Gli effetti dannosi osservati sembrano superare i potenziali piccoli effetti clinici benefici degli SSRI, se esistono. I nostri risultati confermano i risultati di altri studi che mettono in dubbio gli effetti degli SSRI "

Link dello studio originale


Condividi il Post con chi pensi possa trarne spunto per la propria Salute.

.

BLOG CASI CLINICI

Una serie di Casi Clinici che potrebbero interessarti

Il METODO TERAPEUTICO e il suo razionale

in sintesi (Video)

.

NEWSLETTER

Una modalità per restare Informati in tema di Salute

21 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page