top of page

HIGH FODMAP - E' vero che con le fibre i batteri festeggiano e noi stiamo male? Forse è il caso di porci delle domande.

Uno spunto di Riflessione


fodmap


Un semplice spunto di riflessione

.

.

In giro si legge che inserire le fibre nella vostra alimentazione i batteri festeggiano, ma voi state male e vi gonfiate.

Purtroppo questo è un ragionamento che non si pone delle domande essenziali.

.

Quando si mangiano alimenti che contengono fibre ci si sente gonfi, ma se si prosegue con le dovute accortezze, questa sintomatologia sfuma fino a scomparire lasciando il posto ad una percezione di assoluto benessere intestinale

Come mai ?

Semplicemente perché coloro che seguono l' alimentazione ricca solo di MACROnutrienti (i tifosi della mediterranea con montagne di carboidrati vuoti, e dal versante opposto i tifosi della cosiddetta “paleodieta” con montagna di “carne”, a prescindere …) SVILUPPANO UN MICROBIOTA DISBIOTICO dalle spiccate potenzialità patogene ….

.

Un mondo di batteri ( e non solo) estremamente ghiotto di MACROnutrienti ma non in grado di compiere una fermentazione virtuosa, ovvero non capace di utilizzare le fibre per produrre metaboliti simbiotici come gli acidi grassi a corta catena (SCFA) bensì , il loro “goffo” tentativo di metabolizzare le fibre genera grandi quantità di composti gassosi (ecco cosa vi gonfia…)

.

L’assunzione costante ( e graduale ) di fibre e micro composti protettivi, substrati che solo i cibi vegetali possono fornirci, consentono un progressivo sviluppo di nicchie ecologiche simbiotiche.

In altre parole grazie alla fermentazione di questi formidabili microcompositi, forniamo ai batteri simbiotici substrati utili a poter sviluppare colonie intestinali sempre più numerose ed estese.

.

.

Il dato che taluni non vogliono proprio comprendere, è che le specie batteriche simbiotiche ( Roseburia intestinalis, Fecalumbacterio prausnitzii, Eubacterium Halii, Akkermansia, Bifidobatteri, Lattobacilli solo per citare i più diffusi ) sono in grado di fermentare le fibre alimentari creando grandissime quantità di SCFA e solo piccole quantità di composti gassosi (metano, idrogeno CO2),

Ecco perché il graduale sviluppo di insediamenti batterici simbiotici consente il consumo di fibre alimentari in quantità sempre crescenti con disturbi sempre minori

.

.

Purtroppo dire che:

 “VOI vi gonfiate e LORO (i batteri) fanno festa"

significa, semplicmente, di non aver compreso che non esiste un LORO e un NOI , ma piuttosto una stretta SIMBIOSI tra il patrimonio Self e quello Non Self …

.

Ciò che dobbiamo fare è svantaggiare metabolicamente i patogeni ( riducendo carboidrati vuoti ed eccessi di proteine animali) introducendo substrati che risultano ESSENZIALI ai SIMBIOTICI

e senza i quali qualsiasi INTEGRAZIONE PROBIOTICA non potrà che essere fallace (a tal riguardo basterebbe valutare semplicemente i rapporti di proporzione tra i batteri residenti in situ e quelli che possiamo introdurre attraverso una qualsiasi integrazione per capire che si tratta di INTEGRAZIONE INFINITESIMALE, oltretutto a PARZIALE ATTECCHIMENTO..….)

.

.

Come dico da tempo i BATTERI BUONI ce li dobbiamo costruire in “CASA” fornendo i corretti substrati alimentari ..

Ecco perché il consumo di FIBRE È UN PASSAGGIO INELUDIBILE.

.

.

Purtroppo il modello medico teso a fornire "beneficio subito”, senza preoccuparsi delle conseguenze future è ancora quello prevalente

e suggerire cibi “saporiti” e montagne di integratori (a compenso delle enormi mancanze nutrizionali) pratica comune che allieta il paziente ma che nel tempo complicherà sempre più la condizione intestinale ( e non solo….)

.

.

Qui di seguito una delle moltissime mail che, quotidianamente, riceviamo.

Spero possa esservi di buon auspicio ...

.

.

“Buongiorno dottore

Le conseguenze, ripensando a quando ho iniziato il percorso sono:

- Adesso mangiare le verdure non mi provoca più delle rivoluzioni enormi nell'addome, quindi posso permettermi una sana alimentazione

- La cellulite è sparita (era dall'adolescenza che la portavo con me)

- Riesco a mangiare i cavoli e i legumi (provocano ancora qualche gonfiore ma con la respirazione e lo sport riesco a far defluire l'aria nell'apparato digerente)

- l'ansia è quasi scomparsa

Grazie

Silvia"

.

.

Buona Riflessione a tutti

.


Condividi il Post con chi pensi possa trarne spunto per la propria Salute.

.

BLOG CASI CLINICI

Una serie di Casi Clinici che potrebbero interessarti

Il METODO TERAPEUTICO e il suo razionale

in sintesi (Video)

.

NEWSLETTER

Una modalità per restare Informati in tema di Salute

49 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page