• SANI E INFORMATI

IL GIURAMENTO SOLENNE DEI MEDICI: una sonora presa per i fondelli...

Aggiornamento: 20 ago 2019

Nascimben Andrea




Oggi voglio leggervi 4 punti salienti del giuramento solenne che fanno i medici quando si iscrivono all’Ordine.


Una prassi non so quanto sentita ma obbligatoria, deliberata dal comitato centrale della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri il 23 marzo 2007. La versione precedente risaliva al 1998.


Un’ipocrisia davvero stucchevole


«CONSAPEVOLE DELL’IMPORTANZA E DELLA SOLENNITA’ DELL’ATTO CHE COMPIO E DELL’IMPEGNO CHE ASSUMO, GIURO:”


tenetevi forte...





1) "di esercitare la medicina in libertà e indipendenza di giudizio e di comportamento rifuggendo da ogni indebito condizionamento"


Mi chiedo, e MI RIVOLGO A VOI CARI MEDICI, come si possa fare un giuramento di questo tipo, quando sapete benissimo di aver subito un vero e proprio indottrinamento da parte delle farmaceutiche fin dal primo giorno del vostro percorso di studi in medicina e che dipendete quasi completamente dalla forza economica dell’industria.


Come potete giurare di ESERCITARE in libertà e indipendenza quando avete quotidiani rapporti economici con le farmaceutiche e che siete i maggiori promotori di farmaci SEMPRE e COMUNQUE?


Ma quale indipendenza avreste, quale??


MI RIVOLGO A VOI, cari pazienti

-Quante volte il vostro medico vi ha sconsigliato di assumere farmaci e di prediligere invece una sana alimentazione e una costante attività motoria, prescrivendovi, invece di ulteriori sostanze chimico-farmaceutiche, la giusta dose di attività fisica?


-Quante volte vi ha dato informazione su come alimentarsi in maniera sana ed equilibrata ?



2) Di promuovere l'Alleanza terapeutica con il paziente fondata sulla fiducia e sulla Reciproca informazione, nel rispetto


Alleanza terapeutica ?? Quante volte il vostro medico ha deciso con voi la terapia da seguire ?


Reciproca informazione ??

Il vostro medico vi ha mai detto che essere in sovrappeso (anche se solo con un pò di pancia) è significativo di cattivo stato di salute ?

Vi ha mai detto che una simile condizione, si accompagna inevitabilmente ad una condizione infiammatoria di basso grado (metainfiammazione) e che ci sono oramai montagne di dati in tal senso?

Vi ha mai detto che se un siffatto quadro clinico se mantenuto nel tempo, costituisce sicura anticamera alla malattia essendo il vero e proprio substrato sul quale si fonda qualsiasi patologia ? (neoplastica compresa)


Quante volte vi ha visitato ?


Quante volte vi ha ascoltato ?


Ascoltare il paziente significa fare l’anamnesi, ovvero raccogliere più dati possibile per poter comprendere il più possibile.

La triste realtà è che i nostri cari medici, non fanno alcuna anamnesi, sapete perché ?? perché non gli frega nulla di comprendere ciò che avete, loro a fronte di un mal di testa di prescrivono un ANTI, se hai dolore alla schiena te ne danno un altro, se hai la pressione alta ti lanciano al volo un beta bloccante oppure un Sartani o magari un ACE-inibitore, e via così in un percorso infinito di politerapia cronica.


Questo è il LORO METODO “terapeutico”, LORO “curano” le persone in questo modo….





3- “di mettere le mie conoscenze a disposizione del progresso della medicina”


La triste realtà è che i ricercatori pagati dall'industria farmaceutica, è noto che non mettono a disposizione della comunità scientifica le proprie scoperte, ogni qualvolta che queste hanno risultanze negative rispetto agli esiti ricercati.



I risultati degli studi finanziati dall’industria a livello mondiale, che vengono messi a disposizione della comunità scientifica, sono mediamente il 32,4% , come è emerso in alcuni studi effettuati dai ricercatori indipendenti dell’Associazione Cocrhane. L'altro 70% viene omesso e mai pubblicato. Al contrario gli studi che pubblicano per l’86% dimostrano esiti, guarda caso, favorevoli.


In questo modo si altera la statistica mondiale e conseguentemente si distorcono (bias di pubblicazione) profondamente i dati che serviranno poi a redigere le LINEE guida, ovvero i fari di riferimento per i medici su come comportarsi in merito ad una specifica condizione clinica (mi domando quando la smetterete di considerare sicura la ricerca sui farmaci ???)





4- "di astenermi da ogni accanimento diagnostico e terapeutico"


Questo ultimo punto mi amareggia e rattristisce profondamente, perché i casi di accanimento terapeutico li vediamo purtroppo tutti i giorni, ed anzi fanno parte della consueta pratica “terapeutica” con i malati avanzati di malattie degenerative.


Negli ospice e nelle stesse case dei famigliari che seguono fino all’ultimo respiro il proprio caro malato, gli accanimenti terapeutici sono all’ordine del giorno .


In casa ti arriva l’infermiera che somministra quanto previsto da un percorso protocollare che gli viene indicato dal medico il più delle volte a distanza.


Loro si definiscono clinici ma della clinica di quel paziente sanno poco o nulla.


Dalle mie personali esperienze ho sempre e solo visto medici che davano qualche comando all’infermiera che agiva come un automa iniettando e somministrando la stessa cosa a tutti i pazienti, incuranti delle individuali condizioni cliniche dei diversi pazienti.


Del resto, per loro, sono tutti malati di cancro con pochi settimane o giorni di vita. Null’altro.


Tutti medici che non escono mai da un percorso “terapeutico” già tracciato dalle famose linee guida costruite ad arte dai soliti e ben noti “Opinion leaders”, i professoroni nonchè primarioni da 500 euro a “visita”, uomini d’affari prima che uomini di scienza.




E' indispensabile Agire e non attendere ulteriormente



Quelli sopra sono 4 dei numerosi punti che rappresentano il bellissimo e poetico giuramento che gli appartenenti alla categoria fanno post laurea, purtroppo la pratica clinica che mettono in campo, è tutt'altra cosa.


Informatevi su come alimentarvi in modo sano e semplice, senza attendere i suggerimenti di questi signori perchè questi consigli, non arriveranno mai.


E' contro il loro interesse (economico) ed è lontano anni luce dalla loro formazione accademica e culturale.

Una formazione che prevede quasi esclusivamente sostanze chimico-farmaceutiche e il totale disinteresse per qualsiasi altra soluzione terapeutica.


Il moventis causa dei medici dovrebbe essere anticipare la malattia, ma questa medicina è organizzata e pianificata per non doverla mai anticipare. Non anticipare significa generare il vorticoso bussines della malattia



Ricorda che il sapere è potere

La conoscenza è la migliore forma di AUTOTUTELA DELLA SALUTE.


NON ATTENDERE ulteriormente, anticipa la malattia !



Condividi Liberamente questo Post

217 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti