top of page

UNA DONNA ALLERGICA DA SEMPRE, CON TIROIDITE AUTOIMMUNE E SOFFERENZE CRONICHE DEL TRATTO DIGERENTE

Un Caso Clinico del dott.Andrea Nascimben



dott.Andrea Nacimben
dott.Andrea Nascimben

Oggi vi racconto di Gioia, una donna di 48 anni, vitale ed energica.

.

Mi contatta in VIDEOCONFERENZA per cercare di venire a capo di una serie di disturbi sia a livello Gastroesofageo con un cronico REFLUSSO ed una altrettanto cronica IRREGOLARITÀ DELL’ALVO ed una sintomatologia suggestiva di reazione ALLERGICA

.

La paziente in questo caso è una donna sorridente ed entusiasta della vita, impegnata nel lavoro e nella gestione di una famiglia numerosa con 4 figli

La sua priorità è cercare di risolvere un REFLUSSO decennale che non le dà tregua e anch’essa, come sempre accade, ha cercato, invano, di risolvere, sottoponendosi ai noti farmaci inibitori delle secrezioni acide gastriche.

La sintomatologia è quella tipica:

ERUTTAZIONI costanti, GONFIORE epigastrico, frequenti episodi TACHICARDICI, sensazione di oppressione sternale, pirosi retrosternale.

.

.

MA COME POTREBBERO RISOLVERE SOSTANZE CHE SI LIMITANO A RIDURRE UNA NORMALE ATTIVITA’ FISIOLOGICA , ovvero la sintesi dell’acido cloridrico?

E COME SI PUO’ PENSARE DI VENIRE A CAPO DI UNA PROBLEMATICA CHE SI E’ SVILUPPATA NEL CORSO TEMPO, SE NON SI RIMUOVONO I FATTORI CHE L’HANNO GENERATA ?

Ovviamente questo articolo esula dalla descrizione della fisiopatologia del Reflusso ne tanto meno si addentrerà nell’analisi delle sua eziologia, mi limiterò a dire che trattasi di meccanismi che hanno una connotazione di neurofisiopatologia e non solo meramente locoregionale gastro-esofagea (per approfondimento : https://www.youtube.com/watch?v=1lN20bDRbnc . Playlist https://www.youtube.com/@sanieinformati7078/playlists )

.

.

Anche il tratto distale del digerente (Intestino) è irregolare, con un alvo alternato, prevalentemente accelerato, feci poltacee e a tratti diarroiche. Ovviamente ben presente gonfiore addominale, dolori in Fossa iliaca destra e sinistra e plesso emorroidario congesto

A confermare la genesi, se ancora ve ne fosse bisogno, di natura ENTERICA, abbiamo una VENTENNALE SINDROME ALLERGICA, con risposta immunitaria a :

sintomatologie del tratto digerente, polveri, pollini, acari,

.

Per questi ultimi, la paziente, si sta sottoponendo a terapia ipo-sensibilizzante da 2 anni e che dovrebbe continuare per ulteriori 2; la sospensione comporterebbe, secondo gli specialisti, l'annullamento dell’efficacia terapeutica e l'esplosione nuovamente della sintomatologia cutanea..

.

Gli eosinofili da vent’anni risultano significativamente oltre soglia con valori TRE volte superiori al range fisiologico (andando oltre il valore 9, rilevato in un prelievo del 2014 ).

.

.

MA PERCHE’ EOSINOFILI SONO COSI’ ALTI ?

E COME AGIRE ALLE ORIGINI, OVVERO MODIFICANDO IL TERRENO BIOLOGICO CHE HA GENERATO TALE DERIVA PATOLOGICA ?

.

.

.

Prima di rispondere, ci dovremmo porre un altra domanda :

PERCHÈ I VALORI DI QUESTA POPOLAZIONE GRANULOCITICA SI INNALZANO ?

Fondamentalmente per DUE RAGIONI:

Reazione ALLERGICA a degli ANTIGENI e/o presenza di PARASSITI intestinali (senza escludere entrambe le situazioni concomitanti )

.

.

MA FORSE ANCOR PRIMA DOVREMMO CHIEDERCI COSA CI PREDISPONE ALLE ALLERGIE ?

Certamente una parziale risposta la possiamo trovare nelle caratteristiche genetiche del soggetto, ma limitarsi a questo, significa ridursi a guardare, nuovamente, il dito senza vedere la magnifica luna…(la complessità del Sistema Enterico)

.

Va benissimo cercare di “abituare” il sistema a tollerare un antigene, in questo caso gli acari, ma l’intervento che dobbiamo fare è lavorare affinché l’EPITELIO, (cutaneo, intestinale e polmonare) possa divenire maggiormente selettivo.

.

COME FARE AFFINCHÉ TALE CONDIZIONE SI POSSA VERIFICARE ?

Ridurre l’infiammazione loco regionale ( nella fattispecie bronco-alveolare e intestinale ) e parallelamente evitare infiammazione sistemica (di basso grado), due dinamiche che passano ineludibilmente dalla modulazione del sistema immunitario.

e se è vero come è vero che un’azione a livello polmonare è fondamentalmente un intervento indiretto sulla modulazione immunitaria, quello sul piano intestinale ha uno sviluppo meccanicistico, sull’intero GALT ( sistema linfonodale associato all intestino) :

UN’AZIONE CHE SOLO L’ASPETTO NUTRIZIONALE È IN GRADO DI MODULARE.

.

.

All'interno di questo Modello Sistemico (e non solo locoregionale) la realizzazione dell'EUBIOSI è una condizione essenziale per ridurre la risposta immunitaria pro-infiammatoria, pertanto l’introduzione dei corretti substrati una necessità non solo in relazione alla genesi del microbiota simbiotico, ma anche in relazione alla risposta epiteliale tollerogenica.

.

.

Alla base vi deve essere lo sviluppo di un microbiota simbiotico e per far ciò l’introduzione di cibi grezzi costituisce una passaggio nutrizionale ineludibile ( uno dei motivi per il quale ritengo profondamente dannosi quei modelli nutrizionali che evitano substrati come le fibre e i numerosi fitocomposti protettivi, elementi che solo i cibi vegetali grezzi possono fornire…)

.

.

Ma l'anamnesi di Gioia non finisce qui, perchè dobbiamo aggiungervi una Tiroidite di hashimoto da circa 3 anni con relativo ipotiroidismo, affrontato fino adesso con la prescrizione (doverosa) di Eutirox da 50 mcg

.

.

.

Dopo aver redatto la nostra accurata Anamnesi, ivi compresi i dati in ambito nutrizionale, congedo la paziente con la nota promessa che da lì a qualche giorno, riceverà il personale piano Terapeutico Motorio-Nutrizionale

.

.

.

Dopo 6 settimane ci rivediamo per il Primo CONTROLLO, come sempre Gioia è sorridente ma questa volta, il suo volto, dimostra ancor più entusiasmo

La prima cosa che mi dice è:

“ dottore il REFLUSSO non lo sento quasi più, mi sento molto più sgonfia e non ho più tutte quelle continue eruttazioni come prima “

l’INTESTINO è divenuto regolare con una evacuazione singola, nessun episodio di stitichezza, le feci, finalmente ben conformate, le emorroidi non più fastidiose. Non più presente la sensazione di mancato svuotamento ( tipica sintomatologia dovuta a congestione emorroidaria)

in tale sede, registriamo i primi miglioramenti ematochimici, confrontando i valori pregressi con quelli attuali (che più avanti vi espongo nei dettagli),

.

.

.

Ci vediamo per un SECONDO CONTROLLO dopo circa 4 mesi (sono trascorsi circa 6 mesi dall’inizio della terapia motorio-Nutrizionale )

.

Si confermano e rafforzano i risultati registrati nel primo controllo:

1-Il REFLUSSO non più percepito da almeno 4 mesi in maniera stabile

2-L'INTESTINO si dimostra regolarissimo sia nella frequenza evacuativa che nella consistenza delle feci.

3-La Terapia iposensibilizzante è ormai sospesa da circa 4 mesi, senza MAI AVER PERCEPITO MANIFESTAZIONI ALLERGICHE AGLI ACARI (nonostante fosse inverno, periodo, notoriamente, favorevole alle reazioni antigeniche)

.

ULTERIORE DIMOSTRAZIONE CHE LE REAZIONI ALLERGICHE DIPENDONO DIRETTAMENTE E INDIRETTAMENTE DALLA FUNZIONALITA’ INTESTINALE …

.

.

.

Avevo suggerito alla paziente di indagare lo stato di fatto relativamente all’assetto Tiroideo prima di iniziare con il piano Motorio Nutrizionale, ed effettuare un successivo controllo a 2 mesi ed un ulteriore a 6 mesi.

.

Qui di seguito, vi riporto la sintesi:

A GIUGNO 2023

TPO anticorpi erano a 166 (range fisiologico 35)

l TSH erano a 6,4 (range fisiologico 4)

FT4 a 11

Eosinofili a 8,4 (range fisiologico max 4)

.

.

A GENNAIO 2024, dopo 5 mesi di terapia Motorio Nutrizionale :

Valori TPO

scendono a 96 (riduzione degli autoanticorpi del 40%)

Valori del TSH

Dopo una prima riduzione a 4,8 ad agosto '23, si portano a 3,8 a Gennaio 2024 (Significa minor necessità di stimolo ipofisario del 45%)

Valori del Ft4

si innalzano a 13,6 (incremento del 20% della funzionalità tiroidea)

EOSINOFILI

Si riducono a 7,2 ("miglioramento della risposta immunitaria" eosinofila del 15%)

.

.

Come potete vedere il cambiamento è in atto, su basi obiettivabili, ma il percorso per arrivare al ripristino integrale della funzionalità tiroidea non è ancora terminato.

Il Sistema Biologico lavora ogni giorno ( ed ogni istante) la sua attività sarà imperterrita fino a quando non avrà raggiunto l'omeostasi fisiologica (valori ematochimici, markers infiammatori, sintomatologia, danno tissutale assente), e ciò potrà avvenire fino a quando NOI, con le NOSTRE SCELTE NUTRIZIONALI, continueremo a fornire i corretti substrati ....

NOI proseguiremo a spddisfare queste necessità .., ovvero continueremo a RISPETTARE le caratteristiche di SPECIE .....

.

.

ANCHE PER QUESTA PAZIENTE, OLTRE AL RIORDINO DEL TRATTO DIGERENTE, REGISTRA UN SIGNIFICATIVO MIGLIORAMENTO DELL’ASSETTO TIROIDEO, CON UNA RIDUZIONE MARCATA DEGLI AUTOANTICORPI, OVVERO UNA RIDUZIONE OGGETTIVA dell’aggressione antigenica nei confronti del tessuto tiroideo.

.

.

COME E' POSSIBILE TUTTO CIO’?

semplicemente perchè sta venendo meno l’infiltrazione nel flusso ematico di metaboliti di natura microbica (a genesi intestinale) e relativa risposta immunitaria

Alla base del cambiamento vi è un clima tollerogenico e soprattutto un fenotipo sempre meno pro-infiammatorio.

.

Mi piacerebbe che i signori dalle FACILI PRESCRIZIONI, iniziassero a riflettere su questo, invece di proseguire imperterriti a ridurre gli eventi alla solita, inflazionata, frase: “ E’ SOLO UN CASO”

Perché giorno dopo giorno, i risultati si stanno sommando, e le “casualità” sempre più ricorrenti, a dimostrazione non delle misteriose mie capacità terapeutiche,

ma molto più semplicemente delle immense potenzialità che il sistema biologico dimostra di avere, nel ricercare sempre la SALUTE e non l'ineluttabile malattia

.

.

Cerchiamo di uscire dalla logica molecolare meccanicistica, guardando con maggiore attenzione alla complessità del SISTEMA BIOLOGICO, collocandolo sempre all’interno di un quadro evoluzionistico (capacità innata di ripristino della fisiologia e costante adattamento all’ambiente ), perché solo in questo modo potremo migliorare la nostra comprensione degli eventi

e solo da questa prospettiva potremmo offrire un grande servigio di Salute Pubblica

.

.

Un caro SALUTO di SALUTE

ai sempre più numerosi INTERlocutori della pagina

e un sano spunto di Riflessione

.

BLOG CASI CLINICI

Una serie di Casi Clinici che potrebbero interessarti

.

NEWSLETTER

Una modalità per restare Informati in tema di Salute

55 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page