top of page

ANCORA UNA VOLTA LA NUTRIZIONE VINCE 10 a ZERO contro FARMACI e FESSERIE ..

Un Caso Clinico del dott.Andrea Nascimben



dott.Andrea Nacimben
dott.Andrea Nascimben

A metà Ottobre si presenta in studio Paola, una donna di soli 37 anni.

Ha un viso spento e davvero poco fiducioso

del resto come potrebbe essere diverso se dopo anni di "terapie" chimiche ha visto peggiorare sempre più la condizione di salute ? .

Nonostante la giovane età ha una lunga storia di Rettocolite Ulcerosa. .

In una delle numerose visite fatte dai reumatologi, di fronte ad un’osservazione della donna, se fosse il caso di sospendere il cortisone assunto oramai da molti mesi ,questi le risponde:

"E' una malattia autoimmune lei deve fare il cortisone sempre". .

Lei, al contrario ha deciso di sospenderlo da circa 1 anno per un’infinità di effetti avversi ..,

Ovviamente anche su di lei sono state sperimentate "terapie" immunosoppressive con effetti positivi solo transitoriamente; poco dopo la sospensione tutta la situazione patologica si è (INEVITABILMENTE) riproposta forse ancor peggio di prima... .

La condizione clinica che mi riporta Paola è la seguente:

1-Sanguinamento quasi tutti i giorni, feci diarroiche con presenza di muco. 8-9 scariche al giorno, situazione nettamente peggiorativa rispetto al passato, soprattutto in questi ultimi 2 anni, e in particolare da Luglio di quest’anno. . . 2-Costante presenza di emorroidi ipertrofiche

3- Presenza reflusso con bruciore gastrico, necessità di schiarirsi la voce, tosse secca, in particolare nelle ultime settimane, gonfiore addominale.

4- Da questo ultimo anno, soffre di forti attacchi d’ansia . .

Come integratori assume ferro, Vitamina D 4000 ui e ben TRE prodotti omeopatici

Quando vedo la somministrazione di Omeopatici ( in questo caso più prodotti) mi domando : quali effetti avranno su di un intestino in sanguinamento? e quale sarà l’effetto PLEIOTROPICO che genereranno quando assunti tutti insieme ?

Esprimo alla paziente, fin da subito, forti perplessità su questi prodotti … . . L’anamnesi alimentare mette in evidenza l’eliminazione integrale del glutine fin dal 2016, ma ciò nonostante la situazione non è cambiata affatto… ( ed è ciò che ripeto tante volte con i pazienti: il glutine è una CONcausa di malattia ma non può essere considerato la panacea di tutti i mali.. la valutazione va sempre fatta nella GLOBALITA' del piano nutrizionale) . . Altra cosa che noto è il forte uso di riso bianco.

il suggeritore di questa ennesima perla nutrizionale è uno dei medici che seguiva Paola; “MANGI IL RISO PERCHE' “STRINGE” ….

ma porca PU..zzola ma questi signori, solo fesserie riescono a formulare ? . . All’ispezione palpatoria presenta un addome gonfio e sintomatico in entrambe le fosse iliache.

Dopo averla visitata ci congediamo con la consueta promessa che riceverà, da lì a breve, suggerimenti Motorio-Nutrizionali . A corredo troverà anche delle indicazioni per effettuare alcuni valori ematochimici identificativi di verosimile infiammazione; uno markers molto importante è l'alfa 1-glicoproteina (AGP), oltre ovviamente all’Omocisteina (la Zonulina sierica non viene suggerita poichè costosa e fornisce spesso falsi negativi). .

Nelle settimane seguenti, abbiamo un costante scambio di mail nelle quali mi fa presente che ha trovato alcuni benefici, ma non più di tanto. Le suggerisco di sospendere quel DUBBIO MIX OMEOPATICO.

Dopo circa 3 settimane di Terapia Motorio-Nutrizionale scrive :

"Gentile Dr. Nascimben,

Le scrivo per aggiornarla sulla situazione. Speravo di scriverLe già lunedì scorso visto che il 3 novembre sono andata a fare gli esami di controllo a cui ho aggiunto anche gli esami indicati da Lei nel vademecum, ma ad oggi gli esiti non sono ancora pronti, non saranno disponibili prima del 1 dicembre ...

In queste due settimane ho sospeso i vari integratori e prodotti fitoterapici/omeopatici, sto assumendo soltanto quello che ha indicato Lei. Devo dire che già solo sospendendo il ferro l'intestino é decisamente meno irritato, non ho piú perdite di sangue.

Con l'alvo ho notato dei cambiamenti: due settimane fa le scariche erano molto dolorose, impellenti e numerose (in media 6 al giorno), spesso però erano molto piú formate, alcune volte invece ancora diarroiche. In questa ultima settimana, invece, sono sempre non formate, ma non proprio diarroiche, sempre piuttosto mucose, ma senza sangue. Di giorno in giorno sono sempre meno dolorose e impellenti, sono anche diminuite di numero (ieri mi sono piuttosto stupita di essere andata di corpo soltanto due volte).

Il senso di fiato corto e costante spossatezza é sparito, così come i crampi alle gambe, ai piedi e alle dita delle mani.

Il peso era diminuito sensibilmente (sono arrivata a 46.8 kg), ora é leggermente aumentato, sono sui 50 kg"

. . Rivedo la paziente dopo 6 settimane esatte

Paola, anche quest’oggi si presenta con la mamma, donna attenta e premurosa. Le faccio entrambe accomodare in studio;

Alla mia domanda ; "come sta andando ? " ( anche se già sapevo visto il nostro costante aggiornamento via Mail ), mi risponde :

" Adesso sto meglio e da quando ho sospeso tutti gli omeopatici ancora meglio”

e da qui Paola, inizia a darmi dovizia di particolari:

UNO su tutti la frequenza evacuativa è diventata da 8-9 scariche alle attuali 1-2 SENZA SANGUINAMENTO.

Bruciore epigastrico, necessità di schiarirsi la voce e tosse secca NON si sono più presenti

Inizia a ben tollerare anche i legumi, alimenti vivamente Sconsigliati dalla medicina delle finte evidenze.... ( del resto questi non ne azzeccano una....)

Ha sospeso tutta la lunga sequela di integratori con immediati benefici (sul reflusso e sul gonfiore addominale ), eccezion fatta della Vitamina D . .

L’esame sierologico da poco effettuato riporta: Alfa1 glicoproteina 230 (max 120) , piastrine 630 (max 450), chiaro indice di infiammazione sistemica. . Visito Paola che dimostra un addome meno globoso e non più dolente alla palpazione sia in fossa iliaca dx che sx. .

Ci lasciamo, dandoci appuntamento tra 3 mesi. il giorno seguente invio alla paziente gli ultimi aggiornamenti alla strategia Motorio-Nutrizionale. . .

Il percorso da fare con questa giovane donna è ancora lungo, ma i presupposti sono più che rassicuranti, dopo tutto se ha ottenuto risultati in così breve tempo , perché mai dovrebbe improvvisamente regredire?

Oramai il percorso è tracciato…. Non resta che seguirlo, mantenendo saldamente, la barra a dritta ... . . .

La POTENZA della NUTRIZIONE continuerà a sprigionare i suoi FORMIDABILI EFFETTI

. .

Un sincero SALUTO di SALUTE (ai sempre più numerosi ) lettori della Pagina

125 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page