• SANI E INFORMATI

ANTIOSSIDANTI e SALUTE

Aggiornamento: 24 nov 2019

Nascimben Andrea






La dieta "mediterranea" (se ricca di fibre e contenuta nei carboidrati), il consumo di vino rosso, ricchi di antiossidanti come il resveratrolo, hanno dimostrato di avere effetti protettivi contro i danni ossidativi.


Fondamentale risulta essere la presenza di vitamina C e il beta-carotene (vitaminaE), così come elevati livelli di Polifenoli (1) In generale, le persone che consumano grandi quantità di frutta e verdura hanno una minore incidenza di malattie cardiovascolari, ictus e tumori e si è ipotizzato che i micro-nutrienti sopra riportati, possano essere responsabili della riduzione delle malattie croniche (2).



Valutazione nutrizionale dei centenari italiani, particolarmente provenienti da aree rurali dove la concentrazione di centenari è 4 volte superiore alla media nazionale (2,4 / 10,000) e un rapporto femminile / maschile di 1: 1 (rapporto nazionale 4: 1) ha mostrato una prevalenza della dieta mediterranea (priva di cibi industriali e molta attività fisica annessa) tra individui di lunga vita (3-4)


Il consumo regolare di frutta, verdura, cereali integrali e altri alimenti vegetali è stato negativamente correlato con il rischio di sviluppo di malattie croniche. Frutta e verdura sono ricchi di sostanze fitochimiche che funzionano come antiossidanti, forniscono vitamine e minerali alla dieta e sono fonti di fitoestrogeni e agenti antinfiammatori.


Oltre alla dieta mediterranea, gli studi nutrizionali condotti nella popolazione asiatica suggeriscono che la tradizionale dieta Okinawan, con la sua elevata assunzione di verdure a foglia verde e giallo, patate dolci e soia come proteina di base, integrata da piccole quantità di pesce e di carne, può rappresentare un notevole vantaggio nel raggiungere la loro aspettativa di vita eccezionalmente lunga, grazie ad una quantità particolarmente elevata di vitamine antiossidanti (5)


Un ruolo molto importante di antiossidanti è stato riconosciuto per i semi di soia e legumi riconosciuti per la sua capacità di stimolare il sistema immunitario e ridurre il colesterolo LDL. La sua capacità antiossidante è stata attribuita a una grande presenza di acidi fenolici (come l'acido caffeico, ecc. ) e genisteina, isoflavone e fitoestrogeno ampiamente studiato in relazione al rischio di cancro. L'assunzione di soia ha dimostrato di aumentare l'attività di enzimi antiossidanti, inclusi SOD, GPX, CAT e GSR (glutation reduttasi) (6)



Antiossidanti alimentari


La vitamina C è il principale antiossidante idrofilo e un potente inibitore della perossidazione dei lipidi. Nelle membrane, questa molecola riduce rapidamente i radicali e rigenera il α-tocoferolo (vitamina E). La vitamina E è una vitamina solubile in lipidi che si trova nelle membrane cellulari e nelle lipoproteine ​​circolanti. La sua funzione antiossidante è fortemente legata alla capacità di essere rigenerata da parte della Vitamina C (7) ed è dimostrato avere grandi potenzialità nel prevenire l'aterosclerosi attraverso l'inibizione dell’ossidazione delle LDL (8, 9) .