• SANI E INFORMATI

CONFRONTO TRA DIETA A BASSI CARBOIDRATI vs DIETA A BASSI GRASSI

Aggiornamento: 26 apr 2020




Titolo dello Studio: "confronto della perdita di peso a 2 anni su una dieta a basso contenuto di carboidrati a basso contenuto di grassi " in Ann Intern Med , volume 153 a pagina I35.

Autori: Gary D. Foster , PhD, Holly R. Wyatt , MD, James O. Hill , PhD, Angela P. Makris , Ph.D., Diane L. Rosenbaum , BA, Carrie Brill , BS, Richard I. Stein , PhD, B . Selma Mohammed , MD, PhD, Bernard Miller , MD, Daniel J. Rader , MD, Babette Zemel , PhD, Thomas A. Wadden , PhD, Thomas Tenhave , PhD, Craig W. Newcomb , MS, e Samuel Klein , MD

Il reclutamento e la raccolta dei dati sono stati completati presso l'Università del Colorado Denver, Colorado; Università di Washington, St. Louis, Missouri; e l'Università di Pennsylvania, Philadelphia.

La versione definitiva dell'editore di questo articolo è disponibile presso Ann Intern Med

Vedi altri articoli di PMC che citano l'articolo pubblicato.





Astratto dello studio


sfondo

Studi precedenti che confrontano le diete a basso contenuto di carboidrati e quelle basso livello di grassi non hanno incluso un trattamento comportamentale completo, con conseguente perdita di peso subottimale.


Obbiettivo

Per valutare gli effetti del trattamento di 2 anni con una dieta a basso contenuto di carboidrati o con basso contenuto di grassi, ognuno dei quali è stato combinato con un programma completo di modifica dello stile di vita.


Disegno dello studio

Prova randomizzata a gruppi paralleli. (Numero di registrazione ClinicalTrials.gov: NCT00143936 )


Ambientazione

3 centri medici accademici.


pazienti

307 partecipanti con un'età media di 45,5 anni (SD, 9,7 anni) e un indice di massa corporea media di 36,1 kg / m 2 (SD, 3,5 kg / m 2 ).

Intervento

Una dieta a basso contenuto di carboidrati, che consisteva in un'assunzione di carboidrati limitata (20 g / die per 3 mesi) sotto forma di verdure ad indice glicemico basso. Dopo 3 mesi i partecipanti al gruppo di dieta a basso contenuto di carboidrati hanno aumentato la loro assunzione di carboidrati di 5 g / giorno ogni settimana fino a raggiungere un peso stabile e desiderato.

Una dieta a basso contenuto di grassi consisteva in una limitata assunzione di energia (1200 a 1800 kcal / d, ≤30% di calorie dal grasso, 60% carboidrati , 10/15 % proteine). Entrambe le diete sono state combinate con un trattamento comportamentale completo.


misure

Il peso a 2 anni è stato il risultato primario. Le misure secondarie includevano peso a 3, 6 e 12 mesi e concentrazioni lipidiche sieriche, pressione sanguigna, chetoni urinari, sintomi, densità minerale ossea e composizione corporea durante lo studio.



RISULTATI

La perdita di peso è stata di circa 11 kg (11%) a 1 anno e 7 kg (7%) a 2 anni. Non esistevano differenze di peso, composizione corporea o densità minerale ossea tra i 2 gruppi.


Durante i primi 6 mesi, il gruppo di dieta a basso contenuto di carboidrati ha avuto maggiori riduzioni della pressione arteriosa diastolica, dei livelli di trigliceridi e dei livelli di colesterolo lipoproteine ​​a bassa densità, rispetto al gruppo che ha seguito la dieta a basso contenuto di grassi.

Il gruppo di dieta a basso contenuto di carboidrati ha avuto maggiori aumenti nei livelli di colesterolo lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) in tutte le rilevazioni effettuate, con una media del 23% a 2 anni. La dieta ad alti carboidrati ha avuto un aumento dei valori di HDL del 12%.



Conclusione

"Una dieta a basso contenuto di carboidrati è associata a cambiamenti favorevoli nei fattori di rischio della malattia cardiovascolare (a 2 anni), segnando migliori risultati nella riduzione della lipidemia (Trigliceridi e LDL) nel breve periodo.


La perdita di peso al controllo (end poit) a 2 anni, risultano però sostanzialmente sovrapponibili a quelli della dieta a bassi grassi.

Pertanto la perdita di peso potrebbe essere ottenuta con una dieta a basso contenuto di grassi o basso di carboidrati quando accoppiata con un trattamento comportamentale" .



NdR .Le tentazioni culinarie rappresentate da una vastissima offerta di prodotti a base glucidica ( dolciumi e prodotti da forno) presenti sul mercato, potrebbero aver contribuito, su lungo termine, al non rispetto della dieta a bassi carboidrati.