• SANI E INFORMATI

LA PALEODIETA PUO' ESSERE SUPERIORE ALLA DIETA MEDITERRANEA

Aggiornamento: 16 ott 2019

Nascimben Andrea



La dieta Paleo può essere superiore alla dieta mediterranea, questo è quanto ci suggeriscono autorevoli studi.

Vediamo 4 esempi:


1) Una meta-analisi : "8 studi hanno soddisfatto i criteri di inclusione, 7 esaminati glicemia a digiuno (n = 972), 6 esaminati l'insulina a digiuno (n = 1330) e 3 esaminati HbA 1c (n = 487).


"La dieta mediterranea ha ridotto HbA 1c in modo significativo rispetto alla dieta tradizionale SDA, ma non rispetto alla dieta paleolitica.” (Carter P, Achana F, Troughton J, et al. Una dieta mediterranea migliora l'HbA1c ma non digiuna il glucosio nel sangue rispetto alle strategie dietetiche alternative: una meta-analisi di rete. J Dieta umana Nutr. 2014; 27 (3): 280-297. )




2) In un altro studio La dieta Paleo è stata confrontata con una dieta "mediterranea" tradizionale basata su "cereali integrali, prodotti lattiero-caseari bassi, verdure, frutta, pesce, olii e margarina.

Questo studio ha coinvolto 29 pazienti con malattia cardiaca ischemica più intolleranza al glucosio o diabete di tipo 2. Quelli randomizzati alla dieta Paleo hanno mostrato una diminuzione del 26% della curva del glucosio, mentre hanno registrato una diminuzione del 7% il gruppo dietetico mediterraneo. Nelle conclusioni si legge:

"LA Dieta paleo si è dimostrata superiore alla dieta mediterranea"

(Lindeberg S, Jönsson T, Granfeldt Y, et al. (2007) Una dieta paleolitica migliora la tolleranza al glucosio più di una dieta mediterranea in individui con malattie cardiache ischemiche. Diabetologia. 2007; 50 (9): 1795-1807. )



3) Ulteriori analisi dei dati hanno trovato la dieta Paleo più saziante rispetto alla dieta mediterranea. Il gruppo paleolitico era saziato come il gruppo mediterraneo, ma assumeva meno calorie al giorno (5,8 MJ / d vs 7,6 MJ / d).

La leptina (potente citochina proinfiammatoria) è diminuita del 31% nel gruppo paleolitico e del 18% nel gruppo mediterraneo (Jönsson T, Granfeldt Y, Erlanson-Albertsson C, et al. Una dieta paleolitica è più saturazione per calorie di una dieta mediterranea in individui con malattie cardiache ischemiche. Nutr Metab (Lond) Nov. 2010; 7 : 85)


4) Una meta-analisi sistematica, pubblicata nel 2014, che ha analizzato l'effetto della dieta mediterranea sui fattori di rischio cardiovascolare in 33 studi di caso -controllo , 9 studi fatti in coorti e 16 studi di intervento, concludendo:

"La maggior parte degli studi ha mostrato effetti favorevoli della dieta mediterranea (confrontata con la tradizionale dieta americana SDA) relativamente alle malattie cardiovascolari. Un certo grado di dibattito rimane aperto in relazione all'efficacia nel ridurre l'obesità. Non si può escludere che ci possano essere diete più sane e cibi che forniscono i micronutrienti anche in quantità più elevate"

(Grosso G, Mistretta A, Frigiola A, et al. Dieta mediterranea e fattori di rischio cardiovascolari: una revisione sistematica. Crit Rev Food Sci Nutr. 2014; 54 (5): 593-610.)


La Paleodieta pur dimostrando importanti caratteristiche utili alla tutela della salute, non può essere applicata ad ogni singolo caso e soprattutto non è consigliabile in caso di evidente disbiosi intestinale. Condizioni cliniche come i