top of page

SINTOMI DIFFUSISSIMI TRA LA POPOLAZIONE e con un denominatore comune....

Uno spunto di Riflessione


Quella che vi riporto a fondo del Post, è la tipica mail che ricevo sempre più frequentemente e che mette in luce 3 fondamentali aspetti:

la PRIMA è che ogni paziente crede di essere l'unico ad avere quella sintomatologia, l'unico a stare così tanto male, una condizione che sente più unica che rara;

LUI E’ PIÙ SFORTUNATO di TUTTI.

Peccato che situazioni sovrapponibili alla sua ve ne siano decine di migliaia sia in termini di "gravità" sia come quadro sintomatologico.

.

la SECONDA è che vi è un DENOMINATORE COMUNE: l

'intestino, o meglio ancora il SISTEMA ENTERICO qualcosa di molto più articolato rispetto ad un mero tubo digerente (così come ancora recita la medicina riduzionistica)

.

la TERZA è che mette in luce una drammatica incapacità da parte della

medicina prescrittivo-industriale di comprendere gli eventi di EZIOpatogenesi, ovvero capire le possibili origini dei disturbi , dimostrando totale incapacità nel saper sviluppare un ragionamento sistemico che includa anche componenti anatomico-funzionali apparentemente distanti tra loro

.

.

Quando i pazienti mi riportano frasi insulse, espresse dai medici, tipo:

"L'ALIMENTAZIONE NON C'ENTRA NULLA" oppure

 “L'INTESTINO CON LA SUA MALATTIA AUTOIMMUNE NON HA NULLA A CHE VEDERE “ o peggio ancora:

 “il SUO SISTEMA IMMUNITARIO È IMPAZZITO, NON CI PUÒ FARE NIENTE"

o in caso di REFLUSSO :

 “LO SFINTERE ESOFAGEO È MAL FATTO, È UN ERRORE DELLA NATURA" (questa è davvero preoccupante)

o ancora : “LEI HA IL COLESTEROLO ALTO, DEVE PRENDERE LA PASTIGLIA A VITA”

oppure “DAL DIABETE NON SI PUÒ GUARIRE , DEVE SOLO PRENDERE IL FARMACO”

.

e potrei andare avanti all'infinito a riportarvi farsi demenziali pronunciate da soggetti che avrebbero il compito di proteggere la Salute delle popolazioni e fornire tutte le informazioni affinché possa essere messa in atto una VERA PREVENZIONE

Non voglio addentrarmi, in questa sede, nella consuetudine di questi signori a

 NON INFORMARE ( e in molti casi nemmeno sanno loro stessi) degli effetti avversi dei farmaci,

non dire mai ai pazienti che tali sostanze non sono state studiate in sovrapposizione (politerapia) e pertanto quel cocktail che gli sta proponendo non è frutto di ricerca ma di ipotesi …..

.

.

ANCHE questa donna può cambiare radicalmente il quadro

ed anzi potenzialmente RISOLVERE completamente la situazione

e per raggiungere quello che sembra un risultato impossibile, non deve fare altro che RISPETTARE IL SUO PREZIOSISSIMO SISTEMA BIOLOGICO, ovvero fare due “semplici” cose:

ALIMENTARSI così come la sua storia evoluzionistica ha suggerito e

MUOVERSI così come è avvenuto per milioni di anni per l’intera specie (fino a soli 50-60 anni fa)

due tasselli che potremmo racchiudere in una semplice frase:

RISPETTARE LE CARATTERISTICHE GENETICHE dell’uomo, l’unico modo per non condurre in deriva di malattia quel preziosissimo Sistema Biologico

.

Purtroppo i soggetti a cui lo stato affida la responsabilità della Salute Pubblica invece di studiare, approfondire e lavorare in questa direzione, continuano imperterriti ad inseguire i sintomi,

e nella fattispecie anche con questa donna non si guarda la magnificenza della luna (il nostro sistema biologico), ma ci si concentra sul dito (sintomi e malattie ...)

.

.

Di quadri clinici come questo, ormai, ne ho visti migliaia, e coloro che hanno saputo mettere da parte

PRETESTI e TENTAZIONI MEDICO-CULINARIE fatte di farmaci e cibo "saporito”,

hanno non solo annullato i sintomi, ma riportato quel SISTEMA BIOLOGICO in ambito di FISIOLOGIA.

.

.

Per far questo vi sono, però, due essenziali prerequisiti :

VOLONTÀ E CONSAPEVOLEZZA

Consapevolezza della potenza terapeutica rappresentata dal cibo e

Volontà di cambiare errate pratiche

chi non è in possesso di questi due fattori, non potrà far altro che continuare nel solco della medicina prescrittiva e a fronte del nuovo sintomo andare dall'ennesimo specialista che prescriverà l’ennesimo principio attivo.

.

STUDIATE, DOCUMENTATEVI (anche su questa pagina e sul sito di SANI e INFORMATI)

e abbiate CONSAPEVOLEZZA,

solo a quel punto sarete

LIBERI DI DECIDERE e pronti ad INTRAPRENDERE il percorso verso la Salute

.

.

Un caro saluto a tutti i disorientati pazienti

Nascimben Andrea

.

.

.

MAIL ricevuta:

"dott buongiorno...

sono una ragazza praticamente disperata in quanto ho dei sintomi che forse ho solo io nel mondo....la mia ê una lunga storia soffro di connettivite e fibromialgia....

ma con la fine della gravidanza cominciai a sentire dolce in bocca e ad oggi non ci capisco niente della saliva...in più mi sento con sbandamenti e vertigini forti e come se la pelle recepisce meno le sensazioni....

Per me ê difficile fare tutto...il mio bimbo però ha bisogno di me...secondo lei questa saliva e forti sbandamenti da cosa dipendono???

in più ho altri sintomi tipo confusione mentale stordimento e occhi gonfi come se mi facesse allergia qualcosa...

sono disperata mj creda, ho fatto tante visite senza riscontro e sto peggiorando.."

.

Condividi il Post con chi pensi possa trarne spunto per la propria Salute.

.

BLOG CASI CLINICI

Una serie di Casi Clinici che potrebbero interessarti

Il METODO TERAPEUTICO e il suo razionale

in sintesi (Video)

.

NEWSLETTER

Una modalità per restare Informati in tema di Salute

31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page