top of page

UNA PAZIENTE PIU' DIFFICILE DEL PREVISTO

Aggiornamento: 10 gen

Un Caso Clinico del dott.Andrea Nascimben



dott.Andrea Nacimben
dott.Andrea Nascimben

Stefania, 55 anni, 49 kg , 159 cm di altezza lavoro sedentario

Si presenta in studio in compagnia del marito.

Ha un viso affranto e nonostante mi segua sulla Pagina Facebook, e abbia letto numerose positive testimonianze dei pazienti è comunque non così fiduciosa:

dopo tutto non stà bene da una QUINDICINA d’anni

Soffre di STITICHEZZA DA SEMPRE, condizione che ha affrontato fino ad oggi con un costante uso di procinetici.

Attualmente l’evacuazione avviene ogni 3-4gg , accompagnata sempre con la sensazione di mancato svuotamento. Ma l’assenza evacuativa, a volte, si mantiene anche per 10-12 GIORNI (che risolve con clistere e supposte…) . . Riferisce REFLUSSO Gastroesofageo. Sono 14 anni che ne soffre e la sintomatologia è quella tipica: necessità di schiarirsi la voce, bruciore laringeo e gonfiore epigastrico nel post prandiale.

Una delle gastroscopie mette in evidenza la presenza di ERNIA IATALE

Il Reflusso, presente anche in fase notturna, la costringe a dormire in decubito laterale sul fianco sinistro da molti anni

E’ presente una fastidiosa TACHICARDIA, senza attinenza con specifiche fasce orarie.

Costante la sonnolenza diurna e l'ipostenia ( mancanza di forza) .

Una Laringoscopia evidenzia: lingua patinata e bruciore alla radice della lingua.

Disosmia ( alterazione della percezione degli odori) da 4-5 anni, soprattutto per gli odori di natura chimica come i profumi

Una visita Pneumologica avanza sospetto di ASMA, poi non confermata da test alla metacolina (negativo)

.

Un'indagine sul pannello autoimmunità non evidenzia condizioni fuori range per una serie di auto-anticorpi (ANA, ENA,ANCA, ACE).

A luglio 22 una dolorosissima colica addominale localizzata alla fossa iliaca dx la conduce in PS

I FARMACI ASSUNTI sono: lansoprazolo da 40 mg alla sera, con beneficio parziale. foster 2 volte al giorno (cortisone) Roluft per Enfisema e BPCO (diagnosi del marzo 2022)

Come Attività Motoria effettua due ore di bike o camminata in montagna nel fine settimana.

Ecografia alla tiroide : novembre 21; e aprile 22: formazioni colloido-cistica in gozzo multinodulare (TIR2 ; non maligno)TSH in ordine

Dopo la visita, congedò la paziente con la consueta promessa che da lì a breve riceverai precise istruzioni Motorio- Nutrizionali.

Nelle settimane successive , ricevuto alcuni aggiornamenti da parte della paziente, non del tutto gratificanti… . .

RIVEDO la paziente dopo 6 settimane circa

Il peso segna 48 kg, registrando un calo ponderale di 1 kg (situazione che allarma la paziente)

La cosa che più noto, quando entra in studio è il suo sguardo: DEMOTIVATO e sempre meno fiducioso: le cose che in quell'occasione le comunico, e la strategia che cerco di delineare, sembrano non fare più breccia nella paziente. Mi ascolta, ma dentro di sé la sfiducia che inizia a nutrire nei miei confronti è quasi palpabile…

I dettagli che mi riporta sono:

L’evacuazione: seppur non si siano più verificate le sospensioni da 10 giorni, avvengono ancora diradate ogni 3 gg. Situazione che la induce a far uso ancora di Clisteri

Ha fatto recentemente una bronchite acuta che ha dovuto curare con Antibiotico per 3 gg+ Cortisone 25mg x 2 settimane (terminata da soli pochi gg). Terapia che abbiamo affiancato con quella Probiotica

Il REFLUSSO aveva registrato un discreto miglioramento clinico con ridimensionamento della sintomatologia, evento che le aveva consentito di poter ridurre i dosaggi del Prazolo da 40 mg a 20 mg. Purtroppo la terapia ANTIBIOTICA ha generato una ricaduta anche sul piano gastro-esofageo, con riacutizzazione del reflusso e l’obbligo di dover ripristinare il dosaggio di 40 mg.

Dopo la Valutazione-Trattamento Viscerale, spendiamo qualche minuto per riordinare la STRATEGIA TERAPEUTICA affinché si possa riprendere in mano la situazione e ripartire da capo.

Nelle settimane successive Stefania, tramite Mail mi informa degli eventi:

-i legumi iniziano ad essere sempre più accettati (cosa impensabile fino a poche settimane fà) -la STITICHEZZA è sempre minore; non deve far più ricorso a clisteri o supposte (PASSAGGIO FONDAMENTALE...) -il reflusso è sempre meno presente e di minore intensità -Il farmaco è stato dimezzato (attualmente assume 20 mg di prazolo)

Ci RIVEDIAMO dopo 3 mesi circa

Stefania è seduta in sala di attesa, nascosta da una mascherina, ma gli OCCHI appaiono LUMINOSI… Entra in studio con sguardo rilassato, si siede e inizia ad aggiornarmi della situazione

.

INTESTINO: nell’ultimo mese l’evacuazione è quotidiana ( con qualche rara eccezione ), la sensazione di MANCATO SVUOTAMENTO è stata solo occasionale e molto meno marcata (secondo la paziente un residuale del 10-15%)

“MOLTO, molto, molto meno presente il REFLUSSO, con solo qualche rara eccezione, ma che permane solo per breve tempo e poi scompare” mi dice

Non più presenza di bruciore in gola , prima presente fin dal primo mattino, né percezione di “catarro” che vi era precedentemente in forma costante.

COLICHE in zona colica dx e sx non più presenti

FARMACI: Lansoprazolo da 40 mg, prima scalato e poi SOSPESO completamente. Da 20 gg circa siamo in ASSENZA di FARMACI Foster SOSPESO da circa 10 gg non più utilizzato

Mi dice: “mi sento anche molto più attiva, energica e di buono umore”

Si “addirittura” concessa 2 fette di panettone senza che ciò le procurasse alcuna recrudescenza del reflusso (altro segnale che ci suggerisce stabilizzazione dei risultati)

Non più presenti disosmia (alterazione dell’Olfatto)

Come consueto, effettuo Visita-Trattamento Viscerale e Cranio-sacrale. Chiudo l'appuntamento con la promessa che le invierò nei prossimi giorni le NUOVE ISTRUZIONI Terapeutiche da adottare

Ci diamo appuntamento a 6 mesi per un Check conclusivo

Oramai Silvia è autonoma, la mia presenza sarà utile per completare ed eventualmente definire alcuni “accorgimenti” , il percorso è tracciato e seguirlo le consentirà di poter MANTENERE DEFINITIVAMENTE la condizione di SALUTE .

. Ancora una volta IMPEGNO e VOGLIA di CAMBIARE hanno avuto la meglio su FARMACI e PIGRIZIA (due facce della stessa fallimentare medaglia)

La POTENZA della TERAPIA MOTORIO-NUTRIZIONALE ha sprigionato i suoi inarrestabili effetti . . Non mi resta che salutarvi con il consueto

SALUTO di SALUTE e un caro Augurio alla nostra brava protagonista

127 visualizzazioni0 commenti

留言


bottom of page