• SANI E INFORMATI

COLESTEROLO: UNA BESTIA NERA DA COMBATTERE ?

Nascimben Andrea





Questo Post vuole essere una brevissima introduzione del vasto argomento rappresentato dal colesterolo e relative terapie a base di statine.





Se fino a 30 anni fa il limite considerato border line del colesterolo totale era oltre i 240, dopo la conferenza di Consenso sul Colesterolo ( formula chimica C27 H46 O) del 1984 i parametri cambiarono: tutti (maschi e femmine) con il colesterolo sopra i 220 potevano ricevere la diagnosi e la prescrizione dei relativi farmaci.


Nei primi anni 2000 siamo scesi ulteriormente a 200. Se avete avuto un infarto o non lo avete avuto (prevenzione secondaria e primaria ) dovete assumere i farmaci per abbassare il colesterolo.Oggi siamo andati ancora più sotto; siamo a quota 190.




Perché questa rincorsa al valore sempre più basso ? perché si stà inseguendo una chimera. Ovvero si cerca di tenere compresso questo lipide fisiologico che invece è essenziale per svariate funzioni ( post..........................................) perché si è visto che era uno dei fattori di rischio (ma non il vero fattore causativo malattie Cardiovascolari).Ricordo solo che causalità diretta Alto colesterolo-Alti eventi cardiovascolari non è mai stata dimostrata.


La ipercolesterolemia badate bene non è una malattia, nonostante molti medici la presentano come tale, bensì uno dei tanti fattori di rischio cardiovascolare.


Ma dove prende corpo la teoria del colesterolo brutto e cattivo ?

negli anni ’50, con gli studi del biologo Ancel Keys.


Ma quella di definire il colesterolo una bestia nera, il grande responsabile delle malattie cardiovascolari, siamo sicuri sia stato un grande equivoco o piuttosto una scelta deliberata ?