• SANI E INFORMATI

CONFLITTI D’INTERESSE: L’INDUSTRIA FINANZIA,LA RICERCA sui FARMACI e FORMAZIONE DI MEDICI E STUDENTI

Aggiornamento: 26 ago 2019

Nascimben Andrea


L’INDUSTRIA FINANZIA OLTRE CHE LA RICERCA sui FARMACI, ANCHE LA FORMAZIONE DI MEDICI E STUDENTI

In questi ultimi 40 anni, la presenza delle Farmaceutiche all’interno delle Facoltà di Medicina si è andata sempre più consolidando: Corsi di approfondimento e specializzazione, sono oramai la regola.



Purtroppo gli stessi piano formativi degli studenti sono stati profondamente stravolti:

-introdotte decine di specialità, frammentando in mille rivoli la disciplina medica (facendo perdere di vista l'entità organica complessiva del sistema corpo, rendendo impossibile la risalita alla verosimile causa della malattia)


1-consolidata l'assoluta supremazia del farmaco quale intervento terapeutico preferenziale


2-abolito lo studio dell'eziologia delle malattie, ritenute sempre "idiopatiche".


3-Studio della patogenesi sempre più dettagliata alla quale segue la quasi esclusiva terapia chimico-farmaceutica, apparentemente mirata (presunto target farmacologico)


4-terapie sempre più marcatamente sintomatiche e quasi mai eziologiche (si mantiene il paziente costantemente malato e dunque sotto terapia)


5-ridimensionato il peso dell'epidemiologia e aumentato quello degli studi di intervento (prodotti per gran parte dall'industria).


L'industria, è particolarmente attiva anche sul fronte della formazione Post laurea dei Medici; il 70/75% degli ECM (aggiornamento annuale dei Medici) risulta finanziato dall’industria del farmaco (Thompson DF. Understanding financial conflicts of interest. N Engl J Med 1993;329:573-6. Lo B, Ott C. What is the enemy in CME, conflicts of interest or bias. JAMA 2013;310:1019-20. Abbasi K, Smith R. No more free lunches. BMJ 2003;326: 1155-6)



Condividi Liberamente questo Post


DIFENDI LA TUA SALUTE CON L'INFORMAZIONE