top of page

FIBRE e ALIMENTAZIONE UMANA

Nascimben Andrea


La maggior parte dei dati di letteratura raccomandano un apporto di 18-38 g di fibre al giorno per gli adulti, che è di circa 8-20 g per 1000 kcal (Bureau of Nutritional Sciences Food Directorate, Health Products and Food Branch, Health Canada Policy for Labelling and Advertising of Dietary Fibre-Containing Food. Disponibile online: http://www.hc-sc.gc.ca, STUDIO; Istituto di Medicina (IOM), Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti. Assunzioni dietetiche di riferimento. Stampa delle accademie nazionali; Washington, DC, USA: 2001)


L'OMS/FAO e l'EFSA raccomandano un'assunzione giornaliera media di 25 g di fibre per adulto (Crawford M., Bell G., Bueno A., Cunnane S., Clough P., Emmett P., Galli C., Golding J., Harbige L., Hibbeln JR, et al. Risultati della consultazione pubblica sul progetto di parere del gruppo di esperti scientifici sui prodotti dietetici, l'alimentazione e le allergie (NDA) sui valori dietetici di riferimento per i carboidrati e le fibre alimentari. EFSA J. 2010, STUDIO; Nishida C., Uauy R., Kumanyika S., Shetty P. La consultazione congiunta di esperti OMS/FAO su dieta, nutrizione e prevenzione delle malattie croniche: processo, prodotto e implicazioni politiche. Sanità Pubblica Nutr. 2004)


NDF si riferisce a parti di piante commestibili o equivalenti di carboidrati nella composizione di piante commestibili che sono resistenti alla digestione e all'assorbimento nell'intestino tenue ma possono essere fermentate parzialmente o interamente nel colon. Rientrano in questo gruppo i polisaccaridi, gli oligosaccaridi, la lignina e varie sostanze chimiche legate a queste categorie nelle piante (cere, fitati, saponine, tannini, ecc.). L'azione lassativa, la riduzione del colesterolo e la riduzione del glucosio sierico sono effetti fisiologici vitali di questi nutrienti (STUDIO; Jones J. Aggiornamento sulla definizione della fibra alimentare. Il mondo dei cibi ai cereali. 2000; STUDIO; DeVries JW, Camire ME, Cho S., Craig S., Gordon D., Jones JM, Li B., Lineback D., Prosky L., Tungland BC La definizione di fibra alimentare. Il mondo dei cibi ai cereali. 2001)



Una maggiore assunzione di Fibre alimentari Naturali (NDF) è associata a un minor numero di malattie metaboliche (obesità, diabete e malattie cardiovascolari) e svolge un ruolo essenziale nella salute intestinale. L'aumento dell'assunzione di NDF provoca vari effetti fisiologici, sia localmente nell'intestino che a livello sistemico. Ad esempio, l'NDF può modificare in modo significativo l'ambiente intestinale, influenzando il microbioma, la barriera intestinale e le risposte neuro-immunitarie.


Questi cambiamenti associati all'intestino possono quindi alterare la fisiologia e la biochimica degli altri organi principali nella gestione dei nutrienti e nella disintossicazione del corpo in particolare Fegato e Reni (O'Keefe SJ L'associazione tra carenza di fibre alimentari e malattie associate allo stile di vita ad alto reddito: l'ipotesi di Burkitt rivisitata. Lancetta Gastroenterolo. Hepatol. 2019)


L'assunzione di fibre è spesso associata ad altri fattori legati allo stile di vita, come l'aumento del consumo di frutta e verdura e l'esercizio fisico. Inoltre, le diete ricche di fibre sono generalmente più basse nella densità di grassi e di energia aiutando a mantenere un peso corporeo sano (Slavin JL Fibra alimentare e peso corporeo. Nutrizione. 2005)


Le fibre alimentari si trovano naturalmente negli alimenti ma possono essere aggiunte agli alimenti contemporaneamente per ruoli nutrizionali e terapeutici, come fibre funzionali (Sharma SK, Bansal S., Mangal M., Dixit AK, Gupta RK, Mangal AK Utilizzo di sottoprodotti della lavorazione degli alimenti come fibre dietetiche, funzionali e innovative: una revisione. Critico. Rev. Cibo Sci. Nutr. 2016), un integrazione spesso utile per modulare efficacemente il microbiota intestinale.


Una cosa importante è che le fibre sia alimentare che quelle aggiunte sotto forma di integratore, vanno inserite progressivamente, poichè l'intestino ha bisogno di tempi per potersi adattare


SANA ALIMENTAZIONE A TUTTI




Di seguito viene presentata una classificazione delle fibre alimentari ottenute dagli alimenti







Bibliografia relativa alla tabella degli alimenti

14. Hussain S., Jõudu I., Bhat R. Dietary Fiber from Underutilized Plant Resources-A Positive Approach for Valorization of Fruit and Vegetable Wastes. Sustainability. 2020;12:5401. doi: 10.3390/su12135401. [CrossRef] [Google Scholar]

15. Kochen M. Dietary Fiber. West. J. Med. 1979;130:375–376. doi: 10.1016/S0022-2275(20)38151-7. [PMC free article] [PubMed] [CrossRef] [Google Scholar]

16. Stephen A.M., Champ M.M.-J., Cloran S.J., Fleith M., van Lieshout L., Mejborn H., Burley V.J. Dietary Fibre in Europe: Current State of Knowledge on Definitions, Sources, Recommendations, Intakes and Relationships to Health. Nutr. Res. Rev. 2017;30:149–190. doi: 10.1017/S095442241700004X. [PubMed] [CrossRef] [Google Scholar]

17. “10 Dietary Fiber.” National Research Council . Diet and Health. National Academies Press; Washington, DC, USA: 1989. [CrossRef] [Google Scholar]

18. Choudhary P.D., Pawar H.A. Recently Investigated Natural Gums and Mucilages as Pharmaceutical Excipients: An Overview. J. Pharm. 2014;2014:1–9. doi: 10.1155/2014/204849. [PMC free article] [PubMed] [CrossRef] [Google Scholar]

19. Linus Pauling Institute, Micronutrient Information Center, Oregon State University Fiber. [(accessed on 25 February 2022)]. Available online: https://lpi.oregonstate.edu/mic/other-nutrients/fiber#authors-reviewers

20. Lan Y. Encyclopedia of Food Chemistry. Elsevier; Amsterdam, The Netherlands: 2019. Waxes; pp. 312–316. [Google Scholar]

21. Samtiya M., Aluko R.E., Dhewa T. Plant Food Anti-Nutritional Factors and Their Reduction Strategies: An Overview. Food Prod. Process. Nutr. 2020

294 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page