• SANI E INFORMATI

I CONSUMI SALGONO IN SOLI 11 ANNI DEL 46%. La vita media nello stesso periodo del 2,4%.

Nascimben Andrea





Il consumo di medicinali negli ultimi undici anni ha mostrato un inarrestabile andamento crescente, passando dalle 763,8 Dosi giornaliere/1000 abitanti die del 2004, alle 1.114,9 Dosi giornaliere/1000 abitanti die del 2015, pari ad un incremento del +46%. (fonte AIFA)




Dal 2004 al 2015 l'Aspettativa di vita sale del 2,4%, contemporaneamente l'assunzione di farmaci registra un +46%, ben 16 volte di più, ma nessuno proferisce parola.

La classe medica, nella sua quasi totalità rimane omertosa rispetto a quanto accade nei suoi ranghi.




Mai una parola in ordine al condizionamento subito durante l'iter formativo da parte di un'industria saldamente presente all'interno delle facoltà.

Mai una parola in merito alle sistematiche distorsioni (BIAS) delle resultanze degli studi sperimentali sui farmaci.

Mai una parola sul monopolio che l'industria è riuscita ad ottenere in ambito della ricerca.

Mai una parola sui sistematici conflitti di interessi tra pezzi interi di classe medica e industria.

Mai una parola sui disastrosi risultati sanitari nel contrastare una vera e propria pandemia di malattie degenerative, nonostante una montagna sempre crescente di prescrizioni chimico-farmaceutiche.

Mai una parola su gli indici di mortalità peggiori rispetto a quelli di 60 anni fa (l'indice di mortalità per tutte le cause nel 1960 era di 948 morti ogni 100 mila persone. Oggi 1015 morti)

Tutti chini a prescrivere farmaci. Nel solo 2013 quasi DUE MLIARDI di dosi somministrate



Tutti in linea con i dettami degli "Opinion Leader", i baroni della medicina, un manipolo di "clinici" in grado di decidere i criteri con i quali redigere le "linee guida" per un'intera classe medica.

Il Dott. Giuseppe De Pace (primario Ortopedico ospedaliero all’ospedale di trieste) : "Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di professori che hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie."

Un colossale Sistema Fallimentare del quale l'Opinione pubblica non ha alcuna conoscenza

Ma la battaglia continua

INFORMARE è la nostra missione