top of page

I GRASSI SATURI, NELLE MALATTIE AUTOIMMUNIARIE, POTENZIANO L'INFIAMMAZIONE.

Aggiornamento: 26 apr 2020

Nascimben Andrea




Grassi saturi, in condizioni infiammatorie croniche e nei disordini autoimmuni, potenziano l’evento patologico.


Gli acidi grassi dietetici a lunga catena, contenuti nei cibi di provenienza animale (carne, latte e derivati) influiscono direttamente sulle malattie autoimmuni del sistema nervoso centrale, attraverso la modulazione dell'intestino tenue; infiammandolo.

In questo studio viene valutata l’Encefalomielite autoimmune.


Numerose recenti evidenze suggeriscono che l'alimentazione e i metaboliti batterici potrebbero avere un impatto sulla risposta immunitaria sistemica nel contesto di malattia infiammatoria e nelle autoimmunità.



Numerosi dati, dimostrano che gli acidi grassi a catena lunga (LCFA) migliorano la differenziazione e la proliferazione delle cellule T helper 1 (Th1) e / o Th17 ( e dunque innesco infiammatorio), al contrario, gli acidi grassi a catena corta (SCFA) , sia alimentari che prodotti dal metabolismo batterico, hanno la capacità di stimolare la proliferazione delle cellule T regolatorie .


Quest’ultima tipologia cellulare ha la capacità di sintetizzare grandi quantità di citochine ANTinfiammatorie come IL-10, in grado di sopprimere il percorso proinfiammatorio mediato da alcuni enzimi (JNK1 e p38).


Il trattamento con SCFA ha dimostrato di poter ridurre l'Encefalomielite e ridotto il danno delle fibre nervose ( assoni) grazie all’attività delle cellule Treg presenti all’interno della lamina propria. Questi dati dimostrano un impatto dietetico diretto sulle risposte delle cellule Th specifiche dell'intestino, e successivamente specifiche del sistema nervoso centrale nell'autoimmunità, potrebbero avere implicazioni terapeutiche nelle malattie Autoimmuni del sistema nervoso centrale.



Link dello studio originale



TUTELA LA SALUTE CON L'INFORMAZIONE

Condividi Liberamente il Post

109 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page