• SANI E INFORMATI

L'INTEGRAZIONE PROBIOTICA MIGLIORA LO STATO INFIAMMATORIO NEI PAZIENTI CON A. REUMATOIDE

Aggiornamento: 17 set 2019

Nascimben Andrea





Nutrizione. 2014 aprile; 30 (4): 430-5. doi: 10.1016 / j.nut.2013.09.007. Epub 2013 dic 17.

L'integrazione probiotica migliora lo stato infiammatorio nei pazienti con artrite reumatoide.

Vaghef-Mehrabany E 1 , Alipour B 2 , Homayouni-Rad A 3 , Sharif SK 4 , Asghari-Jafarabadi M 5 , Zavvari S 6 .

Informazioni sull'autore




1

Dipartimento di Nutrizione, Biochimica e Terapia della Dieta, Facoltà di Nutrizione, Tabriz University of Medical Sciences, Tabriz, Iran.

2

Dipartimento di nutrizione comunitaria, Facoltà di nutrizione, Tabriz University of Medical Sciences, Tabriz, Iran.

3

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Alimentari, Facoltà di Nutrizione, Università Tabriz di Scienze Mediche, Tabriz, Iran. Indirizzo elettronico: Homayounia@tbzmed.ac.ir.

4

Dipartimento di Reumatologia, Facoltà di Medicina, Tabriz University of Medical Sciences, Tabriz, Iran.

5

Centro di ricerca sulla prevenzione degli infortuni nel traffico stradale, Facoltà di salute, Tabriz University of Medical Sciences, Tabriz, Iran.

6

Dipartimento di sanità pubblica e gestione, Facoltà di salute, Tabriz University of Medical Sciences, Tabriz, Iran.


Astratto


OBIETTIVI:

L'artrite reumatoide (RA) è una malattia autoimmune infiammatoria in cui il microbiota intestinale è alterato. I probiotici sono microrganismi che possono normalizzare il microbiota intestinale; quindi, possono aiutare ad alleviare i sintomi dell'AR. L'obiettivo della presente sperimentazione clinica era di valutare gli effetti dell'integrazione probiotica sull'attività della malattia e le citochine infiammatorie nei pazienti con AR.


METODI:

Quarantasei pazienti con AR sono stati assegnati in due gruppi in questo studio clinico randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo. I pazienti del gruppo probiotico hanno ricevuto una capsula giornaliera contenente un minimo di 10 (8) unità formanti colonia di Lactobacillus casei 01 per 8 sett. Il gruppo placebo ha preso capsule riempite con maltodestrina per lo stesso periodo di tempo. Sono stati raccolti questionari, misurazioni antropometriche e campioni di sangue a digiuno, e i partecipanti sono stati valutati da un reumatologo al basale e alla fine dello studio.


RISULTATI:

Il punteggio di attività della malattia era significativamente diminuito dall'intervento e c'era una differenza significativa tra i due gruppi alla fine dello studio (P <0,01). Tre delle citochine proinfiammatorie sieriche valutate (fattore di necrosi tumorale-a, interleuchina-6 e interleuchina-12) diminuivano significativamente nel gruppo probiotico (P <0,05); tuttavia, i livelli sierici di interleuchina-1 β non erano significativamente influenzati dal probiotico (P = 0,22). Il livello sierico di citochina regolatrice (interleuchina-10) è stato aumentato dall'integrazione (P <0,05). La propo