• SANI E INFORMATI

OSTEOPATIA ATTIVITA’ FISICA e REFLUSSO GASTRO ESOFAGEO



Il Metodo Terapeutico che ho utilizzato con i pazienti, ha prodotto ad oggi, ottimi risultati, chi fosse interessato, potrà scaricarlo gratuitamente nel sito “SANI e INFORMATI”; Terapia Globale contro il Reflusso, fra pochi giorni (WORKING IN PROGRESS)

Oggi vorrei, vorrei soffermarmi solo due aspetti della Terapia anti-reflusso: uno rappresentato dal Trattamento Osteopatico e l’altro (ugualmente importante) costituito dall’Attività Motoria.

RIDURRE LE TENSIONI muscolo-fasciali del diaframma fornisce senza dubbio un importante contributo alla risoluzione del Reflusso, poiché in grado di agire direttamente sul Cardias. Un diaframma retratto e bloccato in INSPIRAZIONE genera effetti meccanico-compressivi su questo distretto anatomico, alterando la sua fisiologia e potenziando la disfunzione del LES.

Per ottenere questo primo risultato è possibile agire attraverso DUE strumenti ( o magari attraverso l’adozione di entrambe).

1) REGOLARE SVOLGIMENTO di ATTIVITA’ FISICA CARDIOVASCOLARE. Si potrebbe parlare a lungo dei benefici dell’attività fisica, ma in questo documento, passeremo direttamente alla parte pratica: Fare 10-15 minuti di RUNNER o camminata in salita, possibilmente tutti i giorni per almeno i primi 30 giorni. Dovrete fare fatica, l’impatto cardiorespiratorio dovrà risultare impegnativo. Questo impone al Diaframma un’attività meccanica importante, costringendolo a lavorare in tutta la sua escursione fisiologica (massimo allungamento-massimo accorciamento), ripristinandone gradualmente la corretta funzione. Il regolare svolgimento di attività fisica incide pesantemente anche sulla riduzione dello stress, andando, in questo modo, ad agire anche su fattore emotività (l’altra concausa del reflusso)

2) TRATTAMENTO OSTEOPATICO. Il trattamento è diretto a ridurre le tensioni di tipo muscolo-fasciale del diaframma. Questo potente muscolo della respirazione è attraversato (vedere le immagini) dall’Esofago nella sua porzione posteriore del centro frenico. Le tecniche vanno ad agire sui pilastri del diaframma, su tutte le inserzioni costali, sulle strutture fasciali dell’Esofago e a livello Neurovegetativo riducendo l’intervento Ortosimpatico. (Bilancia PARAsimpatica-ORTO simpatica). Sono previste inoltre esercizi respiratori fondamentali a mantenere libero il diaframma dalle inevitabili tensioni quotidiane.

Adottate SERIAMENTE tutte le soluzioni rispettose della vostra fisiologia (NUTRIZIONE, ATTIVITA' FISICA ed eventualmente TERAPIE MANUALI), prima di mettere nel vostro organismo pericolose sostanze chimico-farmaceutiche.

Buona Salute a tutti

29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti