• SANI E INFORMATI

PROTEINE: EFFETTO TERMOGENICO

Nascimben Andrea





Cominciamo con il dire cosa sia la termogenesi

Ne abbiamo una per il mantenimento della temperatura, cosi detta termogenesi non da brivido ed un’altra in caso di ridotte condizioni termiche, definita da brivido.


Termogensi Post Prandiale

La termogenesi post prandiale (TID), inizia a manifestarsi già dopo un'ora dall'ingestione degli alimenti, raggiungendo i valori massimi nelle seguenti due o tre ore, per poi diminuire gradualmente fino a portare il metabolismo nelle condizioni basali entro le otto ore al massimo.Un fenomen che accompagna, la fisiologica, l'infiammazione post prandiale.



Lo stimolo termogenico maggiore è provocato dalle proteine a causa del dispendioso processo di deamminazione, più lungo e laborioso durante il quale si disperde energia,mentre per i carboidrati e soprattutto lipidi il processo di formazione di glicogeno e trigliceridi è più diretto e meno elaborato.


Oltre che per il diverso tipo di macronutriente, la TID è influenzata dalla quantità degli stessi (più è ricco il pasto, maggiore è la spesa energetica, se la razione raddoppia, raddoppia anche la TID), la qualità, le dimensioni del pasto, il tempo trascorso tra i pasti, il metabolismo basale, lo stato nutrizionale, e dal tipo di somministrazione (orale, enterale, parentale).


Sembra che anche la composizione corporea determini una variazione nella TID: gli obesi accusano un effetto termogenico minore dei soggetti magri.

I cibi solidi determinano una risposta termogenica generalmente maggiore dei liquidi e i cibi integrali determinano una maggiore TID rispetto ai raffinati.


Esiste anche termogenesi ulteriore dovuta a sostanze ad azione nervina come caffè, , tabacco, etc.


Ad ogni modo può essere stimata una spesa energetica media per ogni macrontriente:

per le proteine la TID media è di 22,5%, per i glucidi è di 7,5%, per i lipidi è di 3,5%.


Significa che 100 kcal (pari a 25 gr)

di protidi = tra 10 e 35 kcal di spesa energetica (media di 22,5 kcal).

· 100 kcal (25 gr) di glucidi = tra 5 e 10 kcal di spesa energetica (media di 7,5 kcal).

· 100 kcal (11,1 gr) di lipidi = tra 2 e 5 kcal di spesa energetica (media di 3,5 kcal).