QUALI ALIMENTI POSSONO CREARE DIPENDENZA ? Il ruolo dei grassi e carboidrati presenti nei raffinati

Il meccanismo che ci porta ad una sostanziale dipendenza dal cibo, lo potremo sintetzzare in questo modo:


gli zuccheri, legandosi ai recettori dopaminergici delle aree cerebrali Tegmentale ventrale (VTA), generano come risposta il rilasciano massivo di Dopamina, la quale avrebbe la capacità di attivare un importante Nucleo encefalico; il Nucleo accumbens


Questa struttura, facente parte dei gangli della base posti lateralmente al mesencefalo, è una struttura neuronale alla quale arrivano afferenze dalle aree limbiche come l’Amigdala.


Il rilascio di endorfine ed encefaline, attivando le area limbiche, produce un marcato effetto di benessere e rilassatezza transitoria ( aree della ricompensa e gratificazione)

Questi sono esattamente gli stessi circuiti neuronali attivati dalle droghe e dalle stimolazioni di piacere, come gioco, sesso, scommesse, etc..


Ma a quanto pare, l'attivazione di determinate aree cerebrali non è peculiarità esclusiva degli zucheri, ma piuttosto dal mix ZUCCHERI+GRASSO , tipico dei prodotti da forno, pizza, dolci etc..




Due studi pubblicati nel 2015 su PLOS-ONE, i cui vengono coinvolti 120 studenti universitari (studio1) e 384 lavoratori partecipanti reclutati per lo studio2 . (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4334652/)



Le Conclusioni in estrema sintesi, sono le seguenti :


"La ricerca fornisce prove preliminari che non tutti gli alimenti sono ugualmente implicati nel comportamento alimentare simile alla dipendenza.

Sono i cibi altamente trasformati, quelli che possono condividere caratteristiche con le droghe (ad esempio alte dosi di zuccheri a rapido tasso di assorbimento, come dolci, merende, gelati, biscotti, snack ) sembrano essere particolarmente associati a

"dipendenza da cibo" .


I cibi che sono risultati ad alto indice glicemico sono quelli ad alto contenuto di glutine (pizza, pane, prodotti da forno) che è coerente con l'importanza della dose e del tasso di assorbimento nel potenziale di dipendenza delle droghe.


In realtà sembra vi possa essere una risposta ancora più marcata quando al cibo ad alto indice di assorbimento, vi si associano anche elevate quantità di grasso industriale (trans)


Infatti gli alimenti altamente trasformati, con quantità elevate di grassi e / o carboidrati raffinati (ad esempio, zucchero, farina bianca), erano più probabilmente associati a indicatori comportamentali di consumo simile alla dipendenza. 


Collettivamente, i risultati forniscono prove preliminari per gli alimenti e le caratteristiche alimentari implicate nella "dipendenza da cibo" con proprietà farmacocinetiche (assorbimento rapido e alte dosi) simili a quelle dell’abuso di droghe"



135 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti