• SANI E INFORMATI

SOSTANZE CHIMICHE E ANOMALIE Quali alimenti per proteggerci

Nascimben Andrea





Secondo numerose evidenze scientifiche, sostanze Chimiche utilizzate come Additivi Alimentari, Farmaci, Pesticidi, composti ambientali e contaminanti inorganici (ad esempio, arsenico) possono alterare l'epigenoma, contribuendo allo sviluppo di anomalie ( Singh KP, Dumond JW. Cambiamenti genetici ed epigenetici indotti da esposizione cronica a basse dosi di arsenico delle cellule di Leydig del mouse testicolari. Int J Oncol. 2007; 30 (1): 253-260. [ PubMed ], Andersen HR, Schmidt IM, Grandjean P, et al. Sviluppo riproduttivo alterato in figli di donne professionalmente esposti ai pesticidi durante la gravidanza. Environ Salute Perspect. 2008; 116 (4): 566-572.)





Anche la carenza alimentare di Folato, Colina e Metionina, porta a ipometilazione complessiva del DNA, in particolare relativa ai geni oncogeni nelle cellule epatiche, inducendo epatocarcinoma ( Poirier LA. Gruppo carenza di metile in epatocarcinogenesi. Drug Metab Rev. 1994; 26 (1-2): 185-199. )



I cibi che contengo Folato, Metionina e Colina:


1) Folato negli alimenti

Il Folato alimentare, viene metabolizzato dai batteri intestinali simbionti attraverso enzimi, i quali rompono i legami che lo compongono, ( glutammato dalle altre due ; 6-metilpterina, acido p-aminobenzoico). Successivamente assorbito dall'epitelio intestinale e veicolato al fegato il quale provvede a ridurlo ulteriormente dall'enzima diidro-folato reduttasi in 5MTHF (5-Metil-Tedra-Idro-folato), la forma biologicamete attiva nell'organismo.

Una carenza di batteri simbionti (dis biosi) diminuisce la biodisponibilità del folato per via del ridotto assorbimento intestinale. La stessa cosa avviene per tutte le altre vitamine del complesso B


Prodotto Contenuto medio (μg/100g)

Lattuga a foglia larga 1700

Corn flakes, germe di grano, soia 1500 – 1200

Fegato di pollo 800

Fegato di manzo 560

crusca, mais 550 – 400

Tuorlo d'uovo 320 – 200

Spinaci bolliti, zucchine 290 – 180

Cavoletti di Bruxelles 170

Barbabietole rosse 260

2) Metionina negli alimenti


Stoccafisso 1,85 g

Spirulina essiccata 1,14 g

Noce brasiliana 1 g

Semi di sesamo 0,95 g

Acciughe 0,9 g

Tacchino 0,8 g



3) Colina.

Principalmente nelle Uova (POST a parte)




Sintetizziamo i concetti, per lasciarvi delle informazioni comprensibili ed applicabili nella vostra quotidianità:


1) La Metionina, un aminoacido essenziale, attraverso la sua metilazione, nel fegato, genera l’Omocisteina (amminoacido solforato). In presenza di adeguati livelli di Vit. B2, B12 e acido folico (B9) e Betaina, l'Omocisteina viene RIMETILATA in Metionina. Questo fenomeno, si chiama ciclo dell’Omocisteina.


2) L'omocisteina, può anche essere degradata in Cisteina per produrre il Glutatione, attraverso una serie di reazioni che richiedono la vit. B6. Il Glutatione è il principale enzima Antiossidante


3) La presenza e l'assorbimento delle vitamine del complesso B, dipende essenzialmente dall’attività metabolica effettuata dal microbioma simbiotico del nostro intestino nei confronti delle vitamine introdotte con l’alimentazione. Dunque non è sufficiente introdurre la vitB attraverso il cibo, bensì è essenziale che vi sia un microbioma in equilibrio.


4) Una carenza di vitamine del complesso B si accompagna spesso ad elevati livelli di omocisteina ed una carenza di emoglobina (per anemia macrocitica) ed alto LDL


5) La metilazione dell’Omocisteina è invece favorita da elevate quantità di nutrienti (eccesso calorico) e dall’infiammazione. La Rimetilazione invece dalla presenza di vit. del complesso B


6) Un'elevata concentrazione di omocisteina nel sangue (iperomocisteinemia) viene oggi considerata un fattore di rischio cardiovascolare e di accumulo lipidico intorno al fegato (steatosi)






In Conclusione per mantenere un buon funzionamento di numeroso funzioni biologiche, dobbiamo:

A) alimentarci con molta fibra (prebiotico) e probiotici (cibi fermentati e yogurt)


B) contenere l’ingresso calorico, soprattutto quello proveniente dai carboidrati.


C) in caso di disbiosi ridurre sensibilmente l’ingresso di proteine di origine animale

(per ulteriori info vedere il video: La Carne fa bene o fa male ? quanta mangiarne ? proteine? Si, ma solo associate a moltissime fibre )


Alimentarsi come i nostri antenati hanno sempre fatto, significa rispettare il nostro DNA




IL SAPERE E' POTERE E NELLE SCELTE PIU' CONOSCI E MENO SBAGLI

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti