• SANI E INFORMATI

VI RIPORTO QUANTO LETTO SU UNA CHAT DI UN GRUPPO SUL REFLUSSO(PURTROPPO E' UNO STILLICIDIO CONTINUO)

Nascimben Andrea




Il sig. M.C.

"Buongiorno, mia moglie soffre di eruttazioni permanenti associate a dolori al torace, nelle braccia, formicolii e pesantezza di braccia e gambe che avvengono soprattutto la notte, addirittura dopo pasti leggeri.

Tre settimane fa, ha fatto una gastroscopia e le hanno riscontrato una gastrite. Il dottore LE HA DATO UN MEDICINALE INIBITORE DELLA POMPA PROTONICA di nome: ESOMEPRAZOLE.

I sintomi sono addirittura aumentati.

Tre anni fa, le hanno riscontrato una aritmia cardiaca. Le HANNO DATO UN ANTIARITMICO E UN ANTICOAGULANTE, che prende tuttora ogni giorno.

I sintomi descritti sono apparsi da quando prende questi medicinali, è possibile che sia una coincidenza? Per il cardiologo, pare che i medicinali NON C’ENTRANO NULLA. Qualcuno gentilmente può dare un suo parere? Grazie"


UNA RIFLESSIONE:QUESTO E' UN SISTEMA CHE FUNZIONA ?

IO mi chiedo e VI chiedo, quale possa essere il razionale di una medicina che opera in questo modo. Questo, come milioni di altri pazienti, vive una condizione di sballottamento tra uno specialista e l’altro, ognuno dei quali prescriverà il suo farmaco “specifico” per branca medica.

In questo caso gliele hanno rifilati 3, peccato che nessuno dei clinici si è mai chiesto l’origine di tutti questi disturbi, NESSUNO si è messo d’impegno nel cercare di RISALIRE alle cause. Ognuno ha prescritto qualcosa perché questo è stato insegnato loro, e questa è la migliore strategia per mettere in atto la MEDICINA DIFENSIVA. . .

LA MIA RISPOSTA/CONSIGLIO al paziente

Caro M. C. Sono allibito e profondamente amareggiato, per questa irrazionalità medica.

Proverò, a darle una conseguenzialità di eventi che verosimilmente si sono succeduti e spero un’efficacie risoluzione.


1) Le eruttazioni potrebbero essere dovute a calcolosi biliare con verosimile deficit di secrezione di bile all’interno del duodeno, ovvero difficoltà digestiva. Dunque un’indagine ecografica all’addome potrebbe essere indicata, soprattutto se vi associano dolori alla "bocca" dello stomaco (epigastrio e mesogastrio) in seguito ai pasti. Spesso questi sintomi vengono, frequentemente confusi per "gastrite" e dunque IPP.


2) Dolori, formicolii notturni soprattutto in fase Post prandiale, potrebbero essere riconducibili ad incremento di una infiammazione già cronicamente in atto e accentuata nella fase postprandiale (definita come metainfiammazione). Tutto ha verosimilmente origine da un’intestino non più ermetico (leakygut).


3) La gastrite diagnosticata è semplicemente una CONSEGUENZA di un sistema ortosimpatico eccessivamente stimolato da una infiammazione incorso a partenza enterica (intestinale). Un sistema nervoso neurovegetativo ortosimpatico sovra stimolato comporta inibizione delle prostaglandine, che guarda caso sono fondamentale stimolo ormonale sulle cellule del rivestimento gastrico a secernere MUCO PROTETTIVO. Ridotto strato di muco, predispone le cellule dell’epitelio a maggiori aggressioni da parte dell’acido cloridrico; ergo GASTRITE.


4) Le aritmie molto verosimilmente possono essere ricondotte ad eccessivo intervento ortosimpatico (plesso cardiaco).

L’anticoagulante viene prescritto in genere a scopo “preventivo”, anche se spesso i pazienti infiammati dimostrano di avere elevata coagulazione del sangue evidenziabile con: protrombina alta, trombossani elevati. Quest’ultimo ormone fa parte degli EICOSANOIDI una classe di ormoni che vengono attivati dall’Insulina (tramite attivazione del Delta5-desaturasi).Dunque contenere i carboidrati un passaggio fondamentale. .

COSA SI DEVE FARE FIN DA SUBITO ? Ridurre INFIAMMAZIONE e la DISBIOSI, due facce della stessa medaglia


E PER FARE QUESTO SUL PIANO PRATICO ? Adottare una alimentazione antiinfiammatoria e PRObiotica


DUNQUE?

Vada sul sito di SANI E INFORMATI e scarichi la nutrizione Antinfiammatoria, ma ad una CONDIZIONE:

E’ necessario essere SERI e CONSAPEVOLI. .

1) SERI perché si adotti in pianta stabile e non a SPOT il piano nutrizionale, pena l’inefficacia e dunque ulteriore sfiducia.

2) CONSAPEVOLI di trovarsi in una condizione di perduta fisiologia dell’interno sistema organico, in primis a livello intestinale e dunque immunitario.

E’ pertanto essenziale RIGORE nel fornire al proprio sistema biologico tutto ciò che per sua natura necessita. Soltanto in questo modo si potrà ripristinare una BARRIERA INTESTINALE ERMETICA come in origine, un evento che porrà le basi per l’ottenimento di tutti gli altri risultati.

Sarà il suo organismo a dar vita ad una serie di processi fisiologici di recupero delle condizioni di Salute, ma lei LE deve FORNIRE tutto ciò che necessita.


Spero di esserle stato utile a fare un po' di chiarezza, e a fornirle una prospettiva Terapeutica adottabile nell’immediato.


La mia disponibilità nell’aiutarla è totale, ma lei deve fare la SUA PARTE. . .

Nascimben Andrea